Bilancio settore Agricoltura e Alimentazione presentato in sesta commissione

Data: 
26/05/2014 - 11:30
Assessore Lucio Gianni: «Costante promozione dei prodotti tipici del nostro territorio»
Attenzione alta e costante per la promozione dei nostri prodotti

 

Presentato in sesta commissione consiliare (Attività produttive, Agricoltura, Turismo, Mercato del lavoro, occupazione e Servizi all'impiego, Formazione professionale, Porto Marghera) presieduta dal consigliere presidente Roberto Dal Cin con la presenza dell’assessore Lucio Gianni, il rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2013 del settore Attività produttive e Agricoltura.

 

Nello specifico, per quanto riguarda le politiche su agricoltura e alimentazione il settore ha provveduto a seguire le pratiche per l’accesso ai finanziamenti europei per progetti di promozione e comunicazione relativi agli ambiti del Gruppo di azione locale (Gal) della Venezia orientale (VeGal), nonché del Piano integrato d’area (Pia) del Basso Piave. Per quanto riguarda l’agroambiente e i Piani di assetto del territorio (Pat), il settore ha aumentato funzioni e competenze, in particolare per quanto riguarda il rapporto tra la produzione agricola e la qualità dell’ambiente rurale, come la direttiva nitrati - uso agronomico effluenti zootecnici, acque reflue e vinacce, il centro di taratura; la valutazione dei danni da selvaggina; la silvi-coltura e l’uso energetico delle bio-masse; la micologia, l’espletamento dell’istruttoria agronomica dei Pat/Pati intercomunali, la gestione del Centro didattico presso il Bosco del Parauro di Mirano.

 

Al 31 dicembre sono pervenute 251 comunicazioni per l’utilizzazione agronomica dei reflui zootecnici e delle acque reflue, 125 comunicazioni per l’uso agronomico dei sottoprodotti

della vinificazione; è inoltre continuata la collaborazione con il Servizio Ambiente, per i sopralluoghi relativi all’Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Per quanto riguarda situazioni di disagio (odori, presenza di mosche, abbandono di reflui, ecc.) nel corso del 2013 sono stati effettuati 17 specifici controlli, anche a campione, in collaborazione con la Polizia provinciale. L’applicazione della Direttiva nitrati è oggetto di particolare attenzione da parte dell’Unione europea (Ue) e quindi della Regione, che proprio per questo organizza incontri periodici, da cui è emerso che la nostra Provincia è sostanzialmente l’unica ad essere sistematicamente in regola con la verifica delle comunicazioni.

 

Inoltre sempre nel 2013 sono pervenute e sono state istruite nei tempi previsti 92 richieste

di valutazione dei danni arrecati dalla selvaggina alle colture agrarie. E’ continuata poi la gestione ordinaria del fondo patrimoniale di Carpenedo a Mestre (sfalci erba, potature,  sfolli, ecc). Tra le altre iniziative: “I funghi incontrano le tipicità alimentari e la cultura del territorio”, ciclo di dodici eventi distribuiti sul territorio provinciale per la promozione e la valorizzazione di un intero territorio; non solo agriturismo ma anche ristoranti, taverne e trattorie; un viaggio attraverso il gusto, il bello e il genuino per conoscere città e paesaggi e la loro storia in collaborazione con le Proloco. Altre iniziative sono state realizzate con le associazioni micologiche provinciali, le associazioni delle strade del vino e del radicchio di

Chioggia Igp oltre alle Associazioni dei ristoratori, dei produttori agricoli e rappresentanti di Slow Food.

 

Assessore Lucio Gianni: «Il settore, oltre a seguire tutte le pratiche inerenti i finanziamenti europei e ai controlli in agricoltura, su sollecitazione della Giunta guidata da Francesca Zaccariotto, ha scelto di mantenere un’attenzione alta e costante per la promozione dei nostri prodotti, valorizzando il ruolo prezioso delle proloco per una capillare promozione delle tipicità enogastronomiche, della storia e della cultura della nostra terra, dei nostri comuni, della nostra gente. Un patrimonio di attività promosse in collaborazione con istituzioni e associazioni di categoria, con l’obiettivo di ottenere ricadute positive sulla promozione delle nostre tipicità e delle eccellenze. Un aiuto significativo alle attività produttive che in questo settore possono avere ancora molte opportunità di sviluppo e quindi generare nuovi posti di lavoro».

 

 

 

 

 

Tutte le Notizie