Formazione professionale, pronto il piano per il prossimo anno scolastico

Data: 
10/09/2014 - 10:15
Zaccariotto: "Possiamo accogliere e formare 280 giovani nei nostri tre centri"
Chioggia, centro di formazione professionale della Provincia

Approvata dalla Giunta Zaccariotto, su proposta dell’assessore alla Formazione professionale Paolino D’Anna, la delibera che finanzia il piano delle attività formative dei centri di formazione professionale provinciali per l’anno 2014-2015 che sta per iniziare.

 

La delibera riguarda in particolare la proposta formativa degli interventi di formazione iniziale per un monte ore totale di 12 mila 870 ore formative da erogarsi, prevedendo l’attivazione di 13 corsi triennali di formazione di base: 7 al cfp di Chioggia per operatori della ristorazione, 3 al cfp di Marghera per operatori del benessere e 3 al cfp di San Donà di Piave per operatori alla riparazione di veicoli a motore o termoidraulici.

 

E’  stato anche approvato un piano di interventi per la formazione degli adulti da realizzare nei prossimi mesi, lasciando la possibilità di integrare la proposta con ulteriori attività, e subordinandone la realizzazione  a eventuali  risorse aggiuntive che la Regione potrebbe decidere di destinare successivamente.

 

Dal 2001 infatti i cfp sono stati trasferiti come competenza dalla Regione alle Province, assieme ai relativi finanziamenti. Tuttavia negli ultimi in 5 anni le risorse trasferite dalla Regione sono state sempre più ridotte, e passate da circa 2 milioni di euro del 2009 ai 326 mila 183,96 euro di quest’ anno.

 

Altre province del Veneto hanno optato conseguentemente per un taglio drastico delle attività, mentre la Provincia di Venezia ha dimostrato, con la decisione assunta nel corso di questa Giunta, che - soprattutto in questa fase difficile per il  territorio – i cittadini del veneziano hanno bisogno dei centri professionali; centri formativi accoglienti e ben strutturati per giovani che cercano un immediato inserimento nel mondo lavorativo, e per adulti espulsi temporaneamente dal mondo del lavoro, il cui numero è andato crescendo negli ultimi tre anni.

 

Anche il monte ore erogato non è stato diminuito, soprattutto a fronte di  un incremento generale delle iscrizioni nella formazione iniziale: a Chioggia ci saranno 72 allievi il primo anno e tre corsi attivati, 52 il secondo anno per 2 corsi attivati, altrettanti corsi il terzo anno con 38 allievi, per un totale di 162 corsisti. A Marghera saranno attivati 3 corsi rispettivamente uno il primo anno con 21 allievi, 1 il secondo anno con 21 allievi e 1 il terzo anno con 15 allievi, per un totale di iscritti alla formazione di base di 57 allievi; a San Donà di Piave partiranno 3 corsi, il primo anno 1 corso con 30 studenti, il secondo anno con 19 allievi e il terzo 1 corso con 12 allievi, per un totale di 61 iscritti, e un totale generale di studenti iscritti nei tre cfp veneziani di 280 giovani.

 

La presidente della Provincia Francesca Zaccariotto al termine della seduta di Giunta ha dichiarato: «E’ un grande sforzo per la nostra Provincia, che si è trovata quest’anno a dover trasferire 6 milioni di euro nelle casse dello Stato, con un bilancio sempre più ridotto. Abbiamo tuttavia deciso di confermare un impegno formativo importante, anche a fronte dei tagli e dell’incertezza della Regione al riguardo. Abbiamo deciso di dar corso a tutte le richieste dei ragazzi, che vedono nella formazione professionale uno sbocco occupazionale quasi certo. Abbiamo voluto proseguire con la formazione di base soprattutto in questo momento generale di grande difficoltà per le famiglie. E ci è sembrato importante anche riconoscere e dare continuità al lavoro svolto dai docenti dei nostri centri professionali, personale qualificato che a tutt’oggi non ha avuto risposte da parte della Regione. Con l’assessore D’Anna e il personale dei suoi uffici è stato fatto finora un buon lavoro, e ci auguriamo che la Regione possa rivedere le sue politiche dei tagli, guardando all’esperienza positiva maturata e ai tanti risultati raggiunti, che sarebbe un delitto non proseguire».

Tutte le Notizie

Vota il sito per qualità dei servizi, fruibilità e accessibilità