Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole. La sesta edizione cambia date: dall' 11 al 16 novembre 2019 in tutta Italia

Data: 
23/10/2019 - 14:00
Libriamoci 2019

Quale modo migliore di iniziare l’anno scolastico se non guardando fin da subito ai progetti in programma? Nella consapevolezza che la continuità è un ingrediente decisivo per la riuscita e l’efficacia di ogni percorso formativo, anche per l’A.S. 2019/2020 Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole dà appuntamento nelle scuole italiane in Italia e all’estero, dall’infanzia alle superiori. Con un’importante novità: il progetto nazionale – promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – attraverso il Centro per il libro e la lettura – cambia date e, invece che a fine ottobre, torna dall’11 al 16 novembre 2019.

 

Questo posticipo si spiega alla luce dello stretto legame fra Libriamoci e le migliaia di docenti che vi partecipano, e dell’alleanza con #ioleggoperché, la campagna nazionale organizzata dall’Associazione Italiana Editori: quest’ultima consente ai cittadini di donare libri alle biblioteche scolastiche che, al termine della raccolta, li ricevono dalle librerie con le quali si sono gemellate. Libriamoci e #ioleggoperché operano in sinergia per dare corpo e voce al piacere della lettura e così, raccogliendo il suggerimento di molti insegnanti, per consentire agli alunni di leggere e approfondire – se lo desiderano – proprio i libri ricevuti in dono, le Giornate di lettura nelle scuole si spostano a metà novembre.

 

Per chi ama leggere, per chi vuole cimentarsi con l’interpretazione a voce alta dei propri libri preferiti, e per chi ancora non ha scoperto il potere coinvolgente della lettura, Libriamoci è un’occasione imperdibile, una sfida gioiosa alla creatività di studenti e professori. L’invito, anche in questa sesta edizione, è lo stesso: includere nelle attività scolastiche delle sei giornate iniziative di lettura ad alta voce svincolate da ogni valutazione scolastica.

 

Tre i filoni tematici suggeriti, ai quali – se lo desiderano – insegnanti e studenti possono aderire o ispirarsi per le proprie iniziative: Gianni Rodari: il gioco delle parole, tra suoni e colori, in vista del centenario dalla nascita; Noi salveremo il pianeta, sul ruolo decisivo delle nuove generazioni nella lotta ai cambiamenti climatici; La finestra sul mondo: perché leggere i giornali, un tema che emergerà soprattutto durante le letture di giornali in classe e attraverso le riflessioni con i giornalisti che aderiranno come lettori.

Con il primo tema omaggiamo lo scrittore, pedagogista, giornalista e poeta Gianni Rodari, del quale nel 2020 ricorre il centenario della nascita. I suoi testi, che oggi come ieri continuano a scandire l’infanzia di molti, sono capaci di parlare a piccoli e grandi: dalle Favole al telefono a Le avventure di Cipollino, sino alla Grammatica della fantasia, le sue opere affascinano l’immaginario di ogni età e possono essere un utile apparato teorico sulla narrazione e sui suoi meccanismi.

Il secondo tema riguarda la crisi climatica, un argomento che da quest’anno, con l’introduzione dell’Educazione ambientale, entra nelle aule scolastiche con tutta la sua urgenza. La giovanissima Greta Thunberg e il movimento da lei fondato Fridaysforfuture hanno catalizzato l’attenzione dei media su questa tematica invitando a una presa di coscienza: Libriamoci ha voluto rispondere all’appello di Greta, coetanea di tanti nostri studenti.

Infine, il terzo tema abbraccia tante e diverse questioni d’attualità che speriamo possano emergere durante la lettura dei giornali nelle aule, anche in compagnia dei giornalisti che, come nelle ultime due edizioni, si offriranno in veste di lettori volontari e condivideranno con gli studenti il senso e gli strumenti di una professione sempre in prima linea, svelando anche alcuni trucchi e segreti del mestiere utili anche fuori dalle redazioni.

 

Per tutte le informazioni, per iscriversi e proporre le proprie inziative accedere al sito  www.libriamociascuola.it.

 

Tutte le Notizie