Progetto Geoportale in Comune. Evento di apertura mercoledì 31 maggio a Mestre

Data: 
29/05/2017 - 17:00
Progetto Geoportale in Comune

Appuntamento mercoledì 31 maggio dalle 10.00 alle 12.30 all’Auditorium della Città metropolitana di Venezia con l’evento di apertura del progetto integrato Geoportale in Comune e del Sistema Informativo Territoriale Metropolitano (SITM).

 

All’evento, in rappresentanza delle Autorità istituzionali, interverranno il Sindaco della Città metropolitana di Venezia, Luigi Brugnaro, e la Dott.ssa Gaia Checcucci, Direttore Generale della Direzione per la salvaguardia del territorio e delle acque del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM).

 

Oltre ai sindaci e ai tecnici dei Comuni del territorio metropolitano, sono stati invitati alla giornata tutti gli Enti coinvolti nel processo di condivisione dei dati (Regione, Province, Comuni, Autorità di Bacino, Enti gestori di parchi e di Aree Naturali Protette, Consorzi bonifica) al fine di facilitare le attività di governo del territorio mediante lo strumento Geoportale Nazionale.

 

Scopo del progetto, che ha le sue radici normative nel D.Lgs. 32/2010, finalizzato alla realizzazione di una infrastruttura nazionale per l’informazione territoriale e il monitoraggio ambientale e di un processo di integrazione e interoperabilità di tutte le informazioni che, a diverso titolo, riguardano il territorio, è quello di aggregare e allineare i dati, intesi come informazioni che tutti i soggetti coinvolti dal legislatore possono condividere, al fine di dar corpo a un’infrastruttura (Geoportale Nazionale) che, sulla base di una condivisione orizzontale delle informazioni del territorio, riesca a incidere in modo trasversale sulle relative politiche di sviluppo.

 

Geoportale in Comune è realizzato da Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in collaborazione con Sogesid, società in house del MATTM e del Ministero delle Infrastrutture (MIT), e con Ancitel, struttura tecnico-operativa dell’ANCI. Iniziato nel 2016 con una sperimentazione nell’Area metropolitana di Roma, il progetto sta proseguendo, nel 2017, nella Città metropolitana di Venezia.

 

La Città metropolitana di Venezia ha infatti avviato già nel 2016 il progetto “Sistema Informativo Territoriale Metropolitano” (SITM), basato sull’uso di dati territoriali georeferenziati e di immagini ad alta precisione, di tutto il territorio metropolitano. Tra le attività poste in essere sono previste, tramite convenzionamento, quelle di formazione del personale tecnico alle Amministrazioni locali e di supporto nelle fasi di aggiornamento degli strati informativi del Piano di Protezione Civile nel rispetto di quanto richiesto da Regione del Veneto, nonché la fornitura ai Comuni delle immagini ad alta definizione del territorio.

 

Vista l’obiettiva convergenza teorica e pratica del progetto Geoportale in Comune e del SITM, la Città metropolitana di Venezia e il MATTM hanno avviato, sottoscrivendo un Protocollo d’Intesa, un’azione sinergica per la definizione di strumenti e metodologie atte a semplificare l’interoperabilità delle banche dati Ambientali e Territoriali. Sottoscrivendo la convenzione per la realizzazione del SITM con la Città Metropolitana di Venezia, i Comuni saranno automaticamente ricompresi fra i soggetti del censimento dei dati ambientali e territoriali “Geoportale in Comune”, aggiungendo così valore al progetto complessivo.

 

In tale contesto, per i Comuni che aderiscono all’iniziativa progettuale, sono state programmate le prime tre sessioni formative gratuite su “Elementi di base QGIS, SIT Metropolitano e Geoportale in Comune”, presso la sede della Città metropolitana di Mestre, via Forte Marghera, 191 – aula informatica (Centro servizi 2 – primo piano) – in una delle seguenti date, a scelta del referente comunale in rapporto alla propria disponibilità:

 

08 giugno dalle ore 9.00 alle ore 16.00

15 giugno dalle ore 9.00 alle ore 16.00

22 giugno dalle ore 9.00 alle ore 16.00

Tutte le Notizie

Vota il sito per qualità dei servizi, fruibilità e accessibilità