Tu sei qui

Codici identificativi degli uffici destinatari di fatturazione elettronica

Tabella dei codici IPA corrispondenti agli uffici dell’ente, necessari per l’invio della fattura elettronica alla Città metropolitana di Venezia:

 

CODICI IPA PER FATTURAZIONE ELETTRONICA

UFFICIO DI RIFERIMENTO

IF6NQQ

Affari Istituzionali

H1L9HC

Ambiente

B44G2G

Attività Produttive

KM4ES7

Avvocatura

MNFS7J

Caccia e Pesca

BEFLFE

Corpo di Polizia Provinciale

BEDPMF

Cultura

RBDGDC

Formazione professionale

HG4AKK

Gestione Flussi Documentali

6J5RCN

Gestione Patrimoniale

3M8OCE

Gestione Patrimonio Edilizio

4A28D0

Gestione Procedure Contrattuali

3NABEG

Gestione finanziaria

GQLB6C

Istruzione Pubblica

7OBCBE

Manutenzione e Sviluppo del Sistema Viabilistico

2AGLDA

Parchi, Boschi e Riserve Naturali

IPKMS1 Pari opportunità

M7FFAA

Pianificazione Territoriale e Urbanistica

6GIFHL

Protezione Civile

90BGHG

Provveditorato ed Economato

EGE3DD

Risorse Umane

IGBQR0

Servizio informatica

7IEK9V

Servizio Assicurazioni

0YHQHM

Servizio autoparco

EH8FNA

Sistema Controlli Interni e Sviluppo Organizzativo

QCO8P8

Società Partecipate

696C43

Sport e Tempo Libero

SA4F9C

Trasporti

 

Il codice univoco dell’ufficio destinatario di fatturazione elettronica indica l’ufficio deputato in via esclusiva alla ricezione delle fatture elettroniche ad esso inviate.

Si invita a voler verificare, per quanto di proprio interesse, le “Specifiche operative per l’identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica” pubblicate sul sito www.indicepa.gov.it e la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it.

 

Si ricorda che, oltre al “Codice Univoco Ufficio”, inserito obbligatoriamente nell’elemento “Codice Destinatario” del tracciato della fattura elettronica, in questa devono essere indicate anche le seguenti informazioni:

  • codice identificativo dell’ufficio destinatario della fattura <CodiceDestinatario>;
  • codice fiscale del cedente/prestatore <CodiceFiscale>;
  • informazioni ai fini fiscali;
  • il numero della determina in corrispondenza del <CodiceCommessa Convenzione>;
  • CIG (Codice Identificativo di Gara), tranne che nei casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge 136/2010 <CodiceCIG>;
  • CUP (Codice Unico Progetto), nei casi previsti <CodiceCUP>;
  • le informazioni relative al regime di esigibilità dell’IVA (differita o immediata) o la modalità di versamento dell’imposta (scissione dei pagamenti) <EsigibilitaIVA>. N.B. l’indicazione dell’esigibilità dell’IVA (differita o immediata) deve essere utilizzata solo dai professionisti; in tutti gli altri casi occorre indicare il valore ‘S’;
  • le informazioni relative alla scadenza del pagamento <DataScadenzaPagamento> o <DataRiferimentoTerminiPagamento> e <GiorniTerminiPagamento>: verranno rifiutate le fatture con date di scadenza antecedenti alla data di ricezione della fattura e comunque antecedenti al termine di 30 giorni dalla data di ricezione, a meno che ciò non sia stato concordato in fase contrattuale.

 

 

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.fatturapa.gov.it.

 

 

Dari aggiornati e verificati il: 29 aprile 2019